Padenghe Sul Garda

Padenghe Sul Garda

Anticamente Patengulis, Padenghe sul Garda presenta tracce di insediamenti preistorici e romani. è però in epoca cristiana che inizia a prender forma nella attuale conformazione: a causa delle invasioni, infatti, il nucleo originario sorto nei pressi del lago fu abbandonato a favore della collina, dove fu costruito il castello. L'edificio dovette dare una certa importanza a Padenghe, che viene anche citata da Federico Barabarossa in un documento del 1154. Nel corso del Medioevo proprio il castello fu oggetto di contesa tra Brescia e Verona, che passò di mano fino all'ottenimento di uno statuto autonomo verso la fine del XVI secolo. Il castello rimase un punto di riferimento a lungo, rischiando anche di essere demolito ad opera dei francesi. Fortunatamente questo splendido edificio si è salvato, così che oggi è ancora possibile ammirarlo: il nucleo interno, in particolare, conserva ancora le antiche abitazioni. Interessanti sono anche la chiesa di S.Emiliano e la Parrocchiale di Santa Maria, che conserva all'interno opere di Andrea Celesti e Zenon Veronese

Strutture a Padenghe Sul Garda: